Prosegue la fase di debolezza sul FTSE Mib in scia al ribasso delle ultime sedute, nonostante il recupero visto ieri. Le quotazioni del principale indice azionario italiano continuano a cedere terreno dopo il test della resistenza statica a 22.900 punti, livello lasciato in eredità dai minimi registrati il 9 maggio scorso. Come evidenziato nelle precedenti newsletter, i corsi sono poi tornati al di sotto della trendline che collega i massimi del 5 gennaio, 2 febbraio 2022, ora transitante in area 22.200 punti. I compratori dovranno portarsi nuovamente al di sopra di questo livello per tornare in vantaggio nel breve periodo. In caso di recupero, le forze rialziste potrebbero mirare verso la resistenza a 23.200 punti. La rottura di quest’ultimo livello verrebbe considerata positivamente, in quanto si aprirebbero scenari positivi fino in area 25.000 punti. Al contrario, verrebbe interpretata in modo negativo la rottura dei 21.800 punti. Se ciò dovesse accadere, si potrebbe assistere ad una nuova accelerazione al ribasso, con obiettivo sui supporti a 21.200 e 21.000 punti. Da un punto di vista operativo, si potrebbe valutare una strategia long in caso di ritorno sui 22.200 punti. Lo stop loss sarebbe posto a 21.800 punti, mentre l’obiettivo a 23.000 punti. L’operatività short potrebbe essere valutata in caso di test delle resistenze a 23.800 punti, con stop loss a 24.200 punti e target a 23.000 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 22.200 punti con stop loss a 21.800 punti e obiettivo a 23.000 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 16.567,8800 NLBNPIT1EJQ0 OPEN END

TURBO LONG 16.265,4800 NLBNPIT1EJR8 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 23.800 punti con stop loss a 24.200 punti e obiettivo a 23.000 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 25.944,9500 NLBNPIT17IE2 OPEN END

TURBO SHORT 26.120,1300 NLBNPIT17140 OPEN END