Dopo un primo tentativo di rialzo che sembrava aver riportato la positività nel breve periodo, le quotazioni del FTSE Mib hanno iniziato a perdere terreno respinte dalla resistenza statica a 26.200 punti, tornando a scambiare al di sotto della soglia psicologica dei 26.000 punti. Al momento, il principale indice di Borsa Italiana sembra diretto verso i 25.850 punti, dove passa il supporto lasciato in eredità dai massimi del 7 giugno 2021, che respinge gli attacchi delle forze ribassiste dal 19 agosto 2021. Se questo livello di concentrazione di domanda dovesse cedere, i corsi avrebbero la strada spianata fino ai 25.600 punti, 38,2% del ritracciamento di Fibonacci disegnato su tutta la gamba di rialzo partita dai minimi del 20 agosto 2021. Al contrario, una ripartenza da tale sostegno seguita da una rottura dell’ostacolo a 26.200 punti avrebbe la possibilità di riportare i corsi a ridosso dei 26.435 punti, dove verrebbe effettuato il pullback della linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 28 luglio e 3 agosto 2021. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice rialzista da 25.600 punti. Lo stop loss sarebbe localizzato a 25.350 punti, mentre l’obiettivo a 26.000 punti. Al contrario, le strategie di stampo ribassista sono valutabili da 25.920 punti. Lo stop loss è quindi identificabile a 26.225 punti, mentre l’obiettivo a 25.400 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 25.600 punti con stop loss a 25.350 punti e obiettivo a 26.000 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.000,0000 NLBNPIT12I69 17/12/2021

TURBO LONG 21.000,0000 NLBNPIT12I77 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 25.920 punti con stop loss a 26.225 punti e target a 25.400 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 27.500,0000 NLBNPIT12IJ2 17/12/2021

TURBO SHORT 29.000,0000 NLBNPIT12IL8 17/12/2021