Nella seduta di contrattazioni di ieri le quotazioni dell’indice di Borsa FTSE Mib hanno dato il via ad un movimento rialzista prima di cedere nuovamente terreno. La conformazione grafica della candela giornaliera che si è sviluppata ieri denota una certa forza dei venditori nonostante i compratori siano riusciti ad effettuare il breakout rialzista dell’area di lateralità che si è formata dal 19 agosto scorso. Al momento, il principale indice azionario di Borsa Italiana sembra essere diretto verso il supporto a 26.000 punti, livello lasciato in eredità dai massimi del 7 giugno 2021, che ha respinto gli attacchi delle forze ribassiste in più occasioni dal 19 agosto. Se questo livello di concentrazione di domanda dovesse venire meno, i corsi avrebbero ampio spazio di manovra fino ai 25.500 punti, prossimo livello tecnico importante. Una ripartenza da questo supporto avrebbe la possibilità di riportare le quotazioni a ridosso dei massimi a 26.700 punti toccati nella seduta del 13 agosto. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice rialzista in caso di segnali di forza in prossimità dei 26.000 punti. Lo stop loss sarebbe localizzato a 25.800 punti, mentre l’obiettivo a 26.700 punti. Al contrario, le strategie di stampo ribassista sono valutabili da 25.800 punti. Lo stop loss è quindi identificabile a 26.000 punti, mentre l’obiettivo a 25.400 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 26.000 punti con stop loss a 25.800 punti e obiettivo a 26.700 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.000,0000 NLBNPIT12I69 17/12/2021

TURBO LONG 21.000,0000 NLBNPIT12I77 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 25.800 punti con stop loss a 26.000 punti e obiettivo a 25.400 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 27.500,0000 NLBNPIT12IJ2 17/12/2021

TURBO SHORT 29.000,0000 NLBNPIT12IL8 17/12/2021