Le quotazioni del FTSE Mib continuano a mostrare incertezza. Nella seduta di ieri infatti, il principale indice di Borsa Italiana è tornato nei pressi del supporto a 23.300 punti, corrispondente al 50% del ritracciamento di Fibonacci disegnato su tutta la fase di rimbalzo iniziata a marzo 2022. Da tale intorno i compratori sono riusciti a rialzare la testa, tornando in prossimità del livello orizzontale a 23.800 punti espresso dai minimi del 17 marzo. Se i compratori riuscissero a spingersi sopra i 24.150 punti, verrebbe fornito un segnale positivo che potrebbe riportare i corsi verso i 24.900 punti, dove passano il livello orizzontale espresso dai top del 6 aprile 2021 e la linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 18 marzo e 7 aprile 2022. Al contrario, un segnale negativo si avrebbe con una flessione del listino italiano sotto i 23.300 punti in prima battuta, per poi passare alla violazione dei 27.770 punti. Se ciò dovesse accadere, si potrebbe assistere a una discesa verso la zona compresa tra i 22.490 e i 22.160 punti. Da un punto di vista operativo, si potrebbe valutare una strategia long in caso di ritorno sui 24.130 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 23.730 punti, mentre l’obiettivo a 24.550 punti. Al contrario, l’operatività di stampo short è valutabile nell’eventualità di un nuovo test delle resistenze a 24.950 punti, con stop loss a 25.550 punti e target a 24.200 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 24.130 punti con stop loss a 23.730 punti e obiettivo a 24.550 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 19.278,26 NLBNPIT109X6 OPEN END

TURBO LONG 18.331,26 NLBNPIT107U6 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 24.950 punti con stop loss a 25.550 punti e obiettivo a 24.200 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 30.797,98 NLBNPIT14691 OPEN END

TURBO SHORT 30.194,88 NLBNPIT13461 OPEN END