Le quotazioni del FTSE Mib hanno ceduto terreno, dopo il forte movimento ascendente iniziato con la rottura della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 15 e 27 giugno 2022. I corsi del principale indice di Borsa Italiana sono dunque giunti all’ennesimo test del rialzo, rappresentato dall’ostacolo orizzontale espresso dai top del 6 gennaio 2021. Se la discesa dovesse proseguire, le quotazioni potrebbero accelerare sui 21.500 punti, dove verrebbero chiusi i gap up aperti il 28 e 29 luglio 2022 e sarebbe effettuato il pullback della trendline menzionata prima. Viceversa, se gli acquirenti dovessero effettuare la violazione dei 22.780 punti ci sarebbe la possibilità di osservare un nuovo impulso verso il livello tondo dei 24.000 punti. Qui passa infatti il livello dinamico che unisce i massimi del 25 febbraio e 30 maggio 2022. Per una ripresa dell’uptrend di medio periodo tuttavia, si dovrebbe attendere il superamento dei 24.880 punti. Se ciò dovesse avvenire, si interromperebbe la serie di massimi decrescenti in atto da inizio anno. Da un punto di vista operativo, si potrebbe valutare una strategia long in caso di ritorno sui 21.400 punti. Lo stop loss sarebbe posto a 20.700 punti, mentre l’obiettivo a 22.500 punti. Al contrario, l’operatività short è valutabile nell’eventualità di un nuovo test delle resistenze a 24.000 punti, con stop loss a 24.800 punti e target a 23.000 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 21.400 punti con stop loss a 20.700 punti e obiettivo a 22.500 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 18.005,2600 NLBNPIT107U6 OPEN END

TURBO LONG 16.181,1300 NLBNPIT1EJR8 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 24.000 punti con stop loss a 24.800 punti e obiettivo a 23.000 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 28.830,5500 NLBNPIT14691 OPEN END

TURBO SHORT 28.249,1800 NLBNPIT13461 OPEN END