Le quotazioni dell’indice di Borsa FTSE Mib riprendono forza dopo alcune sedute caratterizzate dall’incertezza. I corsi intanto si mantengono vicino ai massimi dal 29 luglio 2021. Con la positività vista ieri il quadro tecnico del principale indice di Borsa Italiana migliora nel brevissimo termine rispetto a quanto evidenziato nelle precedenti newsletter. Le quotazioni sono infatti riuscite a superare al rialzo la figura di congestione compresa tra i 25.300 e i 25.600 punti. Tuttavia, i corsi devono ancora invalidare il pattern dalle implicazioni ribassiste che si è formato con la candela del 2 agosto: solo una violazione stabile dei 25.695 punti darebbe modo alle forze rialziste di accelerare fino alla prossima zona di concentrazione di offerta posta a 26.000 punti. Per i venditori sarebbe favorevole un breakout dei 25.300 punti, movimento che se confermato potrebbe trasportare i corsi dapprima verso il livello psicologico a 25.000 punti e in caso di superamento di questo livello verso la prossima area di concentrazione di domanda a 24.000 punti, più volte testata dallo scorso aprile. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 25.500 punti con stop loss a 25.380 punti e target a 26.000 punti. Al contrario, l’operatività short è valutabile da 25.300 punti con stop loss a 25.500 punti e obiettivo a 25.000 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 25.500 punti con stop loss a 25.380 punti e target a 26.000 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.000,0000 NLBNPIT12I69 17/12/2021

TURBO LONG 21.000,0000 NLBNPIT12I77 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 25.300 punti con stop loss a 25.500 punti e obiettivo a 25.000 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 27.500,0000 NLBNPIT12IJ2 17/12/2021

TURBO SHORT 29.000,0000 NLBNPIT12IL8 17/12/2021