Le quotazioni del FTSE Mib hanno fornito un segnale di indecisione rompendo i minimi della candela di doji segnata nella seduta dello scorso 8 giugno. Questa indicazione è un’ulteriore conferma in merito all’ipotesi di un ritorno verso i 25.336 punti da parte dei corsi. Su tale zona transita infatti la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 26 novembre 2020 a quelli dell’8 gennaio 2021, la quale potrebbe dare ai compratori una nuova occasione per rientrare in ottica rialzista sul principale indice di Borsa Italiana, che ha convalidato di recente la violazione della coriacea resistenza di lunghissimo periodo individuabile nell’intorno psicologico dei 25.000 punti. Per i venditori, maggiori certezze deriverebbero da un ritorno del listino al di sotto della trendline menzionata prima, che aprirebbe le porte ad un approdo verso la soglia psicologica dei 25.000 punti prima, per poi giungere al supporto a 24.700 punti. Ricordiamo comunque come l’impostazione di fondo rimarrebbe positiva vino al breakout dei 24.000 punti. Da un punto di vista operativo, la strategia di matrice long evidenziata ieri continua a rimanere valida. L’ingresso rimane quindi posizionabile a 25.300 punti, lo stop loss a 25.120 punti mentre il target a 25.500 punti. Al contrario, strategie di matrice short sono valutabili da 25.715 punti con stop loss a 25.950 punti e obiettivo a 25.400 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 25.300 punti con stop loss a 25.120 punti e obiettivo a 25.500 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.000,0000 NLBNPIT12I69 17/12/2021

TURBO LONG 21.000,0000 NLBNPIT12I77 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 25.715 punti con stop loss a 25.950 punti e obiettivo a 25.400 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 27.500,0000 NLBNPIT12IJ2 17/12/2021

TURBO SHORT 29.000,0000 NLBNPIT12IL8 17/12/2021