Le quotazioni del FTSE Mib ieri hanno consolidato il rialzo effettuato nella seduta di venerdì scorso. I corsi non solo hanno violato l’area di congestione che si era sviluppata dal 29 luglio scorso tra i 25.300 e i 25.700 punti, ma anche l’importante barriera psicologica dei 26.000 punti. Con la positività vista nelle ultime sedute il quadro tecnico ritorna a favore dei compratori anche nel medio periodo. Tuttavia, visto il recente eccesso di momentum, nuove strategie di matrice rialzista potrebbero essere implementate in caso di ritracciamento verso i supporti. Il primo, di natura statica, si trova a 25.500 punti mentre più in basso al momento transita il livello dinamico discendente che conta la serie di massimi decrescenti che si sono sviluppati tra giugno e luglio scorsi, in area 25.200 punti. In entrambi i casi il target potrebbe essere collocato in prossimità dei recenti massimi in area 26.100 punti. Una violazione del sostegno psicologico a 25.000 punti sarebbe invece positiva per i venditori con i corsi che potrebbero essere trasportati verso la successiva area di concentrazione di domanda a 24.000 punti. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 25.500 punti con stop loss a 25.380 punti e target a 26.100 punti. Al contrario, l’operatività short è valutabile da 25.400 punti con stop loss a 25.500 punti e obiettivo a 25.000 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 25.500 punti con stop loss a 25.380 punti e target a 26.100 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.000,0000 NLBNPIT12I69 17/12/2021

TURBO LONG 21.000,0000 NLBNPIT12I77 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 25.400 punti con stop loss a 25.500 punti e obiettivo a 25.000 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 27.500,0000 NLBNPIT12IJ2 17/12/2021

TURBO SHORT 29.000,0000 NLBNPIT12IL8 17/12/2021