Nella seduta di ieri, le quotazioni del FTSE Mib hanno violato con decisione il supporto più volte menzionato nelle precedenti newsletter a 25.830 punti. L’impulso che ne è derivato ha permesso ai corsi di raggiungere l’area di concentrazione di domanda a 25.600 punti, 38,2% del ritracciamento di Fibonacci disegnato su tutta la gamba di rialzo iniziata il 20 luglio 2021. Da questa zona le quotazioni del principale indice di Borsa Italiana hanno iniziato un rimbalzo, che potrebbe ora dare vita ad una ripartenza del fronte dei compratori. Questo avverrebbe con maggiori possibilità in caso di ritorno al di sopra dei 25.930 punti prima, dei 26.060 poi. Se ciò dovesse accadere l’obiettivo potrebbe essere identificabile verso i 26.250 punti, parte superiore della fase laterale in atto dalla seconda metà di agosto 2021. Al contrario, una discesa sotto il sostegno a 25.600 punti darebbe ai venditori l’occasione di tornare al test dei 25.300 punti, intorno dove passa il 50% del ritracciamento di Fibonacci menzionato prima. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 25.940 punti. Lo stop loss sarebbe localizzato a 25.800 punti, mentre l’obiettivo a 26.150 punti. Al contrario, l’operatività di stampo short sarebbe valutabile da 26.250 punti, con stop loss localizzato a 26.400 punti e obiettivo a 26.050 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 25.940 punti con stop loss a 25.800 punti e obiettivo a 26.150 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.000,0000 NLBNPIT12I69 17/12/2021

TURBO LONG 21.000,0000 NLBNPIT12I77 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 26.250 punti con stop loss a 26.400 punti e obiettivo a 26.050 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 27.500,0000 NLBNPIT12IJ2 17/12/2021

TURBO SHORT 29.000,0000 NLBNPIT12IL8 17/12/2021