Le quotazioni del FTSE Mib sono riuscite a dare vita ad un rimbalzo dopo il test del 38,2% del ritracciamento di Fibonacci disegnato su tutta la gamba di rialzo iniziata il 20 luglio 2021. Al momento il principale indice di Borsa Italiana sembra essere diretto al test dei 26.100 punti, dove transita la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 13 agosto e 1 settembre 2021. Se questo livello dovesse subire una violazione, i compratori avrebbero la possibilità di riportare i corsi verso la resistenza a 26.255 punti, lasciata in eredità dai top del 2 settembre 2021. Solo una violazione di tale zona potrebbe permettere al listino di accelerare verso i massimi annuali. Al contrario, un respingimento da parte degli ostacoli appena menzionati darebbe ai venditori l’occasione di assistere ad un nuovo tentativo di violazione del livello di concentrazione di domanda a 25.600 punti che, se violato, aprirebbe le porte ad un impulso verso i 25.255 punti. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long di breve periodo in caso di correzione verso i 25.900 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 25.750 punti, mentre l’obiettivo a 26.180 punti. Al contrario, l’operatività di stampo short può essere valutata da 26.250 punti. In tal caso, lo stop loss sarebbe localizzato a 26.400 punti, mentre il target sulla soglia psicologica dei 26.000 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 25.750 punti con stop loss a 26.180 punti e obiettivo a 26.250 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.000,0000 NLBNPIT12I69 17/12/2021

TURBO LONG 21.000,0000 NLBNPIT12I77 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 26.250 punti con stop loss a 26.400 punti e target a 26.000 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 27.500,0000 NLBNPIT12IJ2 17/12/2021

TURBO SHORT 29.000,0000 NLBNPIT12IL8 17/12/2021