Durante la scorsa settimana i corsi del FTSE Mib hanno proseguito con forza la via del rialzo iniziato il 5 agosto da area 25.500 punti. Con il balzo messo a segno venerdì le quotazioni sono riuscite a superare i 26.700 punti, tornando su livelli che non si vedevano dal settembre 2008. Il quadro tecnico è evidentemente impostato al rialzo dopo la violazione della resistenza a 26.000 punti, tuttavia il recente eccesso di momentum farebbe privilegiare strategie long in caso di ritracciamento, piuttosto che sui livelli attuali. In tal senso è importante evidenziare il livello dei 26.000 punti e, nel caso dovesse verificarsi una correzione più profonda, quello dei 25.500 punti. Una violazione di quest’ultimo livello e di quello dinamico espresso dalla trendline che conta la serie di massimi decrescenti che si sono sviluppati tra giugno e luglio, ora transitante in area 25.200 punti, darebbe invece ampio spazio di manovra ai venditori. In questo caso il target per posizioni short sarebbe identificati dapprima sui 25.000 punti e successivamente a 24.200 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 26.000 punti con stop loss a 25.800 punti e target a 26.700 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.000,0000 NLBNPIT12I69 17/12/2021

TURBO LONG 21.000,0000 NLBNPIT12I77 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 25.200 punti con stop loss a 25.400 punti e obiettivo a 24.200 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 27.500,0000 NLBNPIT12IJ2 17/12/2021

TURBO SHORT 29.000,0000 NLBNPIT12IL8 17/12/2021