Dopo un’apertura in gap down, le quotazioni del FTSE Mib sono riuscite a recuperare terreno, rimanendo comunque sempre all’interno del trading range compreso tra il supporto in zona 23.625 punti e la resistenza a 25.830 punti. Due gli scenari che potrebbero verificarsi per il principale indice azionario di Borsa Italiana nel breve periodo: il primo riguarda una discesa al di sotto della zona supportiva appena menzionata seguita da una contestuale rottura della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 26 novembre 2020 e quelli dell’8 gennaio 2021. Se questo dovesse accadere si incrementerebbero le possibilità di assistere ad un allungo dei venditori verso il successivo livello di concentrazione di domanda posto a ridosso della soglia psicologica dei 25.000 punti. La seconda ipotesi riguarda la rottura degli ostacoli che permetterebbe ai corsi di testare nuovi massimi annuali a 26.000 punti. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long attendendo una correzione in area 25.000 punti con stop loss localizzato a 24.630 punti e obiettivo posto a 25.500 punti. Per quanto riguarda invece l’operatività di stampo ribassista, strategie short potrebbero essere valutate in caso di un breakout del supporto a 25.625 punti con stop loss identificabile a 25.880 punti e target posizionabile a 25.300 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 25.000 punti con stop loss a 24.630 punti e target a 25.500 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.000,0000 NLBNPIT12I69 17/12/2021

TURBO LONG 21.000,0000 NLBNPIT12I77 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 25.625 punti con stop loss a 25.880 punti e obiettivo a 25.300 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 27.500,0000 NLBNPIT12IJ2 17/12/2021

TURBO SHORT 29.000,0000 NLBNPIT12IL8 17/12/2021