Le quotazioni del FTSE Mib proseguono il movimento correttivo iniziato nella seduta del 16 novembre, dopo aver raggiunto la trendline ottenuta collegando i massimi dell’8 giugno 2021 e 13 agosto 2021. Come abbiamo evidenziato nelle precedenti newsletter, le attuali zone potrebbero dare il via ad un movimento correttivo con primo obiettivo sui 27.580 punti, dove passa la trendline che conta i minimi del 12 e 29 ottobre 2021. Una discesa al di sotto di tale zona avrebbe la possibilità di riportare i corsi verso il livello statico a 27.400 punti, lasciato in eredità dai minimi del 4 novembre 2021. Su tale intorno si verificherà infatti un test importante: una sua rottura implicherebbe infatti maggiori probabilità di assistere ad una contrazione nei pressi dei 26.900 punti, dove verrebbe chiuso il gap up aperto dal 29 ottobre. La tendenza rimane comunque orientata saldamente al rialzo e i ritracciamenti continuano a rappresentare occasioni per gli acquirenti. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie long di breve periodo da 26.900 punti. In tal caso, lo stop loss sarebbe identificabile a 26.700 punti, mentre l’obiettivo a 27.300 punti. Al contrario, l’operatività short sul principale indice di Borsa Italiana sarebbe valutabile con il ritorno dei corsi sotto il livello di concentrazione di domanda a 27.300 punti. Lo stop loss sarebbe posto a 27.500 punti e il target a 26.900 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 26.900 punti con stop loss a 26.700 punti e obiettivo a 27.300 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.000,0000 NLBNPIT12I69 17/12/2021

TURBO LONG 21.000,0000 NLBNPIT12I77 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 27.300 punti con stop loss a 27.500 punti e obiettivo a 26.900 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 33.000,0000 NLBNPIT15IY4 17/12/2021

TURBO SHORT 33.000,0000 NLBNPIT15IZ1 18/03/2022