Come avevamo evidenziato nelle precedenti newsletter, la violazione della resistenza a 26.250 punti ha permesso alle quotazioni del FTSE Mib di accelerare e aggiornare i massimi annuali. I compratori sono infatti riusciti ad effettuare la violazione di due importanti ostacoli: il primo fornito dalla linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 28 luglio e 9 settembre 2021, il secondo dal livello orizzontale lasciato in eredità dai top del 2 settembre 2021. A questo punto, i corsi avrebbero la possibilità di dare origine a due scenari come quello relativo alla creazione di un doppio massimo dalle attuali aree o quello di un allungo del principale indice di Borsa Italiana verso la soglia psicologica dei 27.000 punti. Perché il primo scenario si verifichi, i venditori dovrebbero attendere una contrazione al di sotto dei 25.850 punti. In tal caso infatti si verificherebbe una rottura dei sostegni menzionati prima oltre a quelle della trendline disegnata con i minimi del 20 settembre e del 1° ottobre e del livello statico espresso dai top del 14 giugno 2021. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie long da 25.860 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 25.690 punti, mentre l’obiettivo a 26.200 punti. Al contrario, l’operatività short è valutabile nell’eventualità in cui le quotazioni arrivassero sui 27.000 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 27.250 punti, mentre l’obiettivo a 26.600 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 25.860 punti con stop loss a 25.690 punti e obiettivo a 26.200 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.000,0000 NLBNPIT12I69 17/12/2021

TURBO LONG 21.000,0000 NLBNPIT12I77 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 27.000 punti con stop loss a 27.250 punti e obiettivo a 26.600 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 27.500,0000 NLBNPIT12IJ2 17/12/2021

TURBO SHORT 29.000,0000 NLBNPIT12IL8 17/12/2021