Nella seduta di ieri è proseguita la fase correttiva del FTSE Mib, che è arrivato nei pressi del supporto dei 25.830 punti, base della congestione con parte superiore identificata sulla resistenza a 26.200 punti. Come avevamo messo in evidenza nella newsletter di ieri, se questo livello di concentrazione di domanda dovesse essere violato, si aprirebbero scenari per una prosecuzione del ribasso verso il primo obiettivo identificabile a 25.590 punti, 38,2% del ritracciamento di Fibonacci disegnato su tutta la gamba di rialzo iniziata il 20 luglio 2021. Se i venditori dovessero poi incrementare la loro pressione, un possibile target successivo sarebbe identificabile a 25.200 punti, dove transita linea di tendenza che conta la serie di massimi decrescenti che si sono sviluppati tra giugno e luglio 2021. Al contrario, i compratori riuscirebbero a tornare in vantaggio nel caso in cui si dovesse assistere ad un ritorno al di sopra dei 26.200 punti. Se ciò dovesse avvenire, ci sarebbe la possibilità di assistere ad una ripartenza delle quotazioni verso i top annuali. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 26.200 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 25.930 punti, mentre l’obiettivo a 26.600 punti. Viceversa, l’operatività short è valutabile da 25.800 punti e avrebbe stop loss a 26.200 punti e obiettivo a 25.300 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 26.200 punti con stop loss a 25.930 punti e obiettivo a 26.600 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.000,0000 NLBNPIT12I69 17/12/2021

TURBO LONG 21.000,0000 NLBNPIT12I77 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 25.800 punti con stop loss a 26.200 punti e target a 25.300 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 27.500,0000 NLBNPIT12IJ2 17/12/2021

TURBO SHORT 29.000,0000 NLBNPIT12IL8 17/12/2021