Dopo aver effettuato la rottura della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi dell’8 e 14 giugno 2021, le quotazioni del FTSE Mib sono tornate all’importante test della coriacea resistenza a 25.500 punti, lasciata in eredità dai top dell’1 giugno 2021 e che respinge gli attacchi dei compratori dalla seconda metà di giugno. Se il principale indice di Borsa Italiana dovesse riuscire a superare questo ostacolo, si aprirebbero scenari positivi per un rialzo verso i 26.000 punti, nuovi massimi annuali. Per la struttura grafica del listino azionario, è favorevole anche l’invalidazione del modello di Harami bearish messo in evidenza durante le precedenti newsletter. Per i venditori invece, sarebbe favorevole un nuovo respingimento da parte dei 25.500 punti seguito da una discesa al di sotto della soglia psicologica dei 25.000 punti. Questo movimento aprirebbe infatti le porte ad un ritorno sulla zona supportiva dei 24.700 punti, dove transitano la trendline che unisce i massimi del 21 luglio a quelli del 26 novembre 2020 e il livello orizzontale lasciato in eredità dai top del 30 marzo 2021. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 25.260 punti con stop loss a 25.020 punti e target a 25.550 punti. Al contrario, l’operatività short è valutabile da 25.550 punti con stop loss a 25.650 punti e obiettivo a 25.350 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 25.260 punti con stop loss a 25.020 punti e target a 25.350 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 20.000,0000 NLBNPIT12I69 17/12/2021

TURBO LONG 21.000,0000 NLBNPIT12I77 17/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 25.550 punti con stop loss a 25.650 punti e obiettivo a 25.350 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 27.500,0000 NLBNPIT12IJ2 17/12/2021

TURBO SHORT 29.000,0000 NLBNPIT12IL8 17/12/2021