Generali ha pubblicato i risultati del 2020 con un utile netto di 1,74 miliardi di euro, il 34,7% in meno rispetto ai 2,67 miliardi contabilizzati nel 2019. Il risultato operativo è stato di 5,21 miliardi di euro, superiore rispetto ai 5,19 miliardi del 2019 e al consensus degli analisti, che si attendevano un dato a 5,15 miliardo. Nel periodo sono cresciuti i premi lordi, a 70,7 miliardi di euro (+0,5% anno/anno). La società ha proposto la distribuzione di un dividendo complessivo di 1,47 euro, il quale sarà pagato in due tranche di 1,01 euro e di 0,46 euro. Per il 2021 il gruppo ha confermato di proseguire con il ribilanciamento del portafoglio Vita a rafforzamento ulteriore della profittabilità e con una logica di più efficiente allocazione di capitale. Nel segmento Danni invece l’obiettivo è di mantenere il trend positivo di raccolta premi e la profittabilità nei mercati assicurativi maturi. Confermato l’obiettivo di una crescita annua composta 2018-2021 degli utili per azione tra il 6% e l’8%.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 16 euro con stop loss a 15,30 euro e target a 17 euro.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 13,6000 NLBNPIT10O89 18/06/2021

TURBO LONG 11,2000 NLBNPIT10FL8 18/06/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short possono essere valutate da 16,73 euro con stop loss a 17,30 euro e obiettivo a 16 euro.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 19,8000 NLBNPIT11J44 18/06/2021

TURBO SHORT 20,6000 NLBNPIT11UM3 18/06/2021