Bank of America ha di recente confermato il rating “buy” su Intesa Sanpaolo. La banca d’affari statunitense ha alzato il prezzo obiettivo da 3 a 3,3 euro (potenziale upside del 36% circa), promuovendo inoltre il titolo guidato dall’Amministratore Delegato Carlo Messina a numero uno nella lista fra gli istituti di credito preferiti del Vecchio Continente. Gli analisti Di BofA sono andati a calcolare quanto hanno inciso in positivo i CEO nelle banche europee. Secondo l’analisi del colosso USA, Messina ha generato il miglior rendimento per gli azionisti in Europa (+142%), seguito da Nordea (+130%), e Crédit Agricole (+120%). Gli esperti della banca USA hanno migliorato le attese sul fronte dell’utile (EPS) che è passato da 0,25 a 0,27 euro per il 2022 e dallo 0,27 allo 0,29 nel 2023. Fronte dividendi le aspettative sono migliorate da 0,16 a 0,19 euro per azione nel 2022 (+24,8%) e da 0,17 a 0,21 euro nel 2023 (+25,3%).

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 2,40 euro con stop loss a 2,35 euro e obiettivo a 2,60 euro.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 2,1739 NLBNPIT16MY4 OPEN END

TURBO LONG 2,0584 NLBNPIT14030 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 2,50 euro con stop loss a 2,60 euro e obiettivo a 2,25 euro.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 3,0334 NLBNPIT16WO4 OPEN END

TURBO SHORT 2,9092 NLBNPIT16UA7 OPEN END