Intesa Sanpaolo a sorpresa ha sganciato la bomba di una offerta pubblica di scambio volontaria sulla totalità delle azioni di Ubi Banca, innescando il risiko bancario in Italia. La merger creerebbe il settimo gruppo bancario dell'area euro per valore degli asset, con profitti combinati stimati per un valore superiore a 6 miliardi di euro nel 2022. I termini dell'Opa sono i seguenti: per ogni 10 azioni di Ubi portate in adesione all'Offerta saranno corrisposte 17 azioni ordinarie di Intesa Sanpaolo di nuova emissione, valorizzando quindi Ubi 4,86 miliardi, una cifra che corrisponde ad un premio del 27,6% sui valori di venerdì 14 febbraio. Il successo dell'operazione si tradurrebbe nel delisting di Ubi Banca e, successivamente, nella fusione tra le due realtà bancarie.Obiettivo di Intesa è quello di completare la transazione entro la fine dell'anno. La proposta di delega per l'aumento di capitale al servizio dell'offerta per l'acquisto di Ubi banca sarà sottoposta all'approvazione dell'assemblea straordinaria dei soci convocata per il prossimo 27 aprile.

PRODOTTO SOTTOSTANTE CODICE ISIN SCADENZA

NON-STOP CASH COLLECT INTESA SANPAOLO NL0012872469 22/06/2020