Intesa Sanpaolo ha fallito il break del ritracciamento di Fibonacci del 38,2% a 1,81 euro (down trend avviato a febbraio 2020) ed è tornata sotto il livello chiave a 1,70 euro. Un ulteriore segnale negativo si avrebbe con la rottura del supporto a 1,63 euro che potrebbe provocare accelerazioni al ribasso verso 1,55 e 1,50 euro. Al rialzo, invece, un primo accenno il recupero si avrebbe con il superamento dei 1,74 euro per poi metter nel mirino i successivi target a 1,81 e 1,88 euro.

SCENARIO RIALZISTA

Long sopra 1,74 euro, con stop sotto 1,63 euro. Target a 1,81 e 1,88 euro.

SCENARIO RIBASSISTA

Short sotto 1,63 euro, con stop sopra 1,74 euro. Target a 1,55 e 1,50 euro.