Leonardo ha rotto con elevata volatilità e volumi il livello chiave dei 5 euro, dando un chiaro segnale di debolezza. Non si possono escludere ulteriori ribassi verso i minimi quinquennali toccati lo scorso 23 marzo a 4,38 euro. Al rialzo, invece, servirà un forte rimbalzo e il superamento dei 5,6 euro per avere un chiaro segnale di forza in questa direzione. Le successive resistenze di collocano a 6,5 e 7,2 euro, livello importante dove passano il ritracciamento di Fibonacci del 38,2% e la media mobile 200 periodi.

SCENARIO RIALZISTA

Long sopra 5,6 euro, con stop sotto 4,6 euro. Target a 6,5 e 7,2 euro.

SCENARIO RIBASSISTA

Short sotto 4,38 euro, con stop sopra 4,7 euro. Target 4 e 3,5 euro.