Sui mercati torna a prevalere la prudenza, di fronte all'incertezza sul nuovo piano di rilancio degli Stati Uniti. Dopo giorni di negoziati al Congresso, Democratici e Repubblicani ancora non hanno trovato una intesa sulle misure da inserire, con disaccordi che persistono soprattutto su alcuni punti chiave, come l'indennità di disoccupazione. Il clima sui mercati è offuscato anche dallo scontro tra Pechino e Washington in campo diplomatico e tecnologico, in vista del prossimo ciclo di incontri fissato per metà agosto. Il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, ha detto che le applicazioni cinesi "non attendibili" devono essere rimosse dagli "App Store" disponibili per gli utenti statunitensi di smartphone. Sullo sfondo rimane anche l'evoluzione sempre preoccupante della pandemia, con il numero di contagi che aumenta in diversa parti del mondo. In Francia, i nuovi casi di coronavirus sono tornati ai livelli più alti da fine maggio. In questo quadro, le Borse europee, Piazza Affari compresa, dovrebbero muoversi sotto la parità. Ieri l'indice milanese Ftse Mib ha chiuso con +0,64%% a 19.740 punti, allungando la striscia di rialzi in questo primo scorcio di agosto. Tra i titoli, oggi attenzione a Unicredit che ha alzato il velo sui conti.

APPUNTAMENTI ECONOMICI

Oggi l'Istat diffonderà la produzione industriale in Italia e pubblicherà il report economico mensile. Attenzione anche alla Bank of England (BoE) che annuncerà la sua decisione di politica monetaria. Infine, nel pomeriggio dagli Stati Uniti giungeranno le nuove richieste di sussidi alla disoccupazione.