Moderna ha recentemente pubblicato i conti trimestrali. Il gruppo biotech statunitense ha riportato nel secondo trimestre dell’anno un utile netto di 2,8 miliardi di dollari (6,46 dollari per azione), contro una perdita netta di 117 milioni del corrispondente periodo del 2020, mentre i ricavi sono aumentati di ben 66 volte a 4,4 miliardi di dollari. Il balzo dei risultati è da ricondurre alla vendita del vaccino anti-Covid, spiega la società. Per quanto riguarda il quadro tecnico i corsi rimangono inseriti all’interno di una forte tendenza rialzista, che ha portato le quotazioni in area 416 dollari per azione. In caso di ritracciamento, segnali di forza in area 360 dollari potrebbero essere sfruttati per entrare a mercato in linea con la tendenza di più lungo termine. La violazione dei 320 dollari invece sarebbe positiva per i venditori, i quali potrebbero puntare ad un ritorno delle quotazioni presso la prossima area di concentrazione di domanda posta a 240 dollari.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 360 dollari con stop loss a 330 dollari e target a 445 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 354,3106 NLBNPIT144U9 OPEN END

TURBO LONG 327,0256 NLBNPIT14204 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 320 dollari con stop loss a 340 dollari e target a 240 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 453,5714 NLBNPIT144V7 OPEN END

TURBO SHORT 492,6145 NLBNPIT144W5 OPEN END