Durante la settimana appena trascorsa il principale indice di Borsa Italiana, il FTSE Mib, è stato guidato dall’andamento positivo delle trimestrali del settore bancario. In questo quadro si è inserita la decisione sul merito di credito dell’Italia da parte di Moody’s, che ha deciso di confermare il rating “Baa3” con outlook stabile. La conferma dell’agenzia di rating si aggiunge ai giudizi invariati di DBRS e S&P visti nelle scorse settimane. Con la decisione di Moody’s l’Italia si conferma tra i Paesi considerati di “media qualità” e con un rischio d’insolvenza “medio”, che implica una capacità “sufficiente” di far fronte agli impegni di breve periodo.

Focus su aspettative inflazione consumatori USA

La settimana inizierà all’insegna di pochi dati macroeconomici sia per il Vecchio Continente che per gli Stati Uniti. In particolare nel corso della mattinata sarà da monitorare l’indice Halifax dei prezzi delle case per il Regno Unito (aprile). Nel pomeriggio focus sulle aste dei titoli di Stato con le audizioni dei bond governativi francesi a 3, 6 e 12 mesi e di quelli USA a 3 e 6 mesi. Per gli Stati Uniti invece focus anche sulle aspettative di inflazione dei consumatori di aprile.