Torna in primo piano nel paniere Nasdaq il titolo Tesla. Il costruttore americano di auto elettriche ha deciso che taglierà il 9% della sua attuale forza lavoro nell'ambito di un vasto piano di ristrutturazione per cercare di registrare il primo utile di bilancio della sua storia. Questa riorganizzazione, ha assicurato il numero uno Elon Musk, non andrà però ad impattare la produzione della Model 3, il modello dedicato al grande pubblico i cui ritardi di produzione hanno contribuito ad alcune pesanti cadute del titolo in Borsa. La sforbiciata infatti riguarda esclusivamente il personale amministrativo e nessun dipendente della produzione è coinvolto. Solo la scorsa settimana, in occasione dell'assemblea generale degli azionisti, Musk aveva cercato di rasserenare gli animi sulla produzione della Model 3, confermando l'obiettivo di produzione di 5.000 auto alla settimana entro la fine di giugno. Musk ha spiegato che il taglio della forza lavoro, che secondo alcune stime riguarderà circa 4.000 posti di lavoro, è teso a migliorare i conti del gruppo, che da quando esiste nel 2003 non ha mai registrato un utile. Nel primo trimestre dell’anno, il gruppo ha registrato un rosso di 709,6 milioni di dollari, rispetto alla perdita di 330,3 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente.

PRODOTTO SOTTOSTANTE CODICE ISIN SCADENZA

TURBO SHORT NASDAQ NL0012871370 19/12/2018