Lo scorso 23 luglio il governo USA ha comprato altre 200 milioni di dosi del vaccino anti-Covid di Pfizer e BioNTech, arrivando ad un ordine totale di 500 milioni di dosi che verranno inviate tra il prossimo ottobre ed aprile 2022. Il siero potrà avere la formula attuale o quella adattata per le nuove varianti. Le società produttrici del vaccino stanno infatti testando una formulazione adattata per la variante Delta. Anche l’Europa ha messo a segno un ordinativo importante, pari a 1,8 miliardi di dosi, che verrà ricevuto entro il 2023. Ricordiamo anche come l’Amministrazione USA abbia già comprato mezzo milione di dosi a prezzi no-profit da inviare ai Paesi in via di sviluppo tramite l’iniziativa Covax dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Da segnalare come nei conti del 2° trimestre 2021 Pfizer ha alzato le stime di vendita della soluzione vaccinale sviluppata con BioNTech del 28,8%, stimando un fatturato di 33,5 miliardi di dollari e una produzione di 3 miliardi di dosi nel 2021.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 40,50 dollari con stop loss a 39,27 dollari e obiettivo a 42,00 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 37,0807 NLBNPIT12HN6 OPEN END

TURBO LONG 34,2565 NLBNPIT124R7 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 43,00 dollari con stop loss a 43,43 dollari e obiettivo a 42,00 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 52,1717 NLBNPIT13VW6 OPEN END

TURBO SHORT 48,0030 NLBNPIT12HO4 OPEN END