Piazza Affari si prepara a un'apertura con segno meno. Ieri la Borsa di Milano ha frenato dopo i convinti rialzi delle ultime sedute, con il Ftse Mib che ha segnato un -0,71% a quota 20.463 punti. Per il fronte Italia tengono banco le tensioni interne al Governo e i botta e risposta con Bruxelles circa la gestione dei conti pubblici. I rapporti con l'Ue restano tesi per questo si guarda da vicino all'andamento dello spread che ieri è tornato a scaldarsi, portandosi sopra i 260 punti. Intanto in avvio di giornata lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si muove in rialzo verso quota 268 punti base. Dopo l'asta Bot, nuovo banco di prova oggi con il Tesoro che offre Btp a 3, 7 e 15 anni per massimi 6,5 miliardi.