Dopo aver nuovamente aggiornato i massimi storci sfiorando la zona dei 4.550 punti, l’S&P 500 ha dato vita ad un pattern di bearish Harami visibile sul grafico giornaliero. Una conferma di questo modello, che avverrebbe con una discesa al di sotto dei 4.500 punti, fornirebbe un segnale negativo, in quanto oltre alla validazione del modello di inversione i corsi ritornerebbero al di sotto dell’importante linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 16 e 29 aprile 2021. In questo caso, il principale indice di Borsa statunitense avrebbe la possibilità di tornare rapidamente verso i 4.466 punti per poi passare, in caso di prosecuzione delle vendite, al test 4.430 punti. Come per quanto detto nell’analisi del DAX, anche per l’S&P 500 una correzione sarebbe interpretabile positivamente dai compratori: la struttura può essere interpretata in ottica rialzista fino a che non verrà violata la zona dei 4.400-4.380 punti. In questo caso infatti, diversi supporti rilevanti cederebbero, aprendo la strada ad un ribasso più corposo. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long in caso di approdo dei corsi verso i 4.430 punti. Lo stop loss sarebbe in tal caso identificabile a 4.375 punti, mentre l’obiettivo a 4.500 punti. Viceversa, l’operatività di matrice short può essere valutata da 4.495 punti, con stop loss localizzato a 4.540 punti e target a 4.430 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.430 punti con stop loss a 4.375 punti e obiettivo a 4.500 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.495 punti con stop loss a 4.540 punti e target a 4.430 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021