Le quotazioni dell’S&P 500 sono state respinte dalla resistenza in area 4.650 punti, che ha innescato un movimento discendente verso la soglia psicologica dei 4.600 punti e dove passa la linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 13 maggio e 18 giugno 2021. Come abbiamo evidenziato nella newsletter di ieri, l’ostacolo menzionato prima è di fondamentale importanza nel breve periodo, in quanto una sua rottura avrebbe la possibilità di riportare i corsi verso la resistenza a 4.700 punti. Al contrario, un nuovo impulso discendente avrebbe la possibilità di far accelerare le vendite sull’area supportiva compresa tra i 4.550 punti e i 4.475 punti, dove passano rispettivamente il sostegno ereditato dai massimi del 3 settembre 2021 e quello espresso dai top del 16 agosto 2021. In generale comunque, la struttura del principale indice di Borsa statunitense continua ad essere impostata al rialzo e solamente una discesa al di sotto dei 4.320-4.250 punti la metterebbe sotto pressione nel medio termine. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie long dai 4.550 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 4.516 punti, mentre il target a 4.610 punti. Per quanto invece riguarda l’operatività short, questa può essere valutata in caso di ritorno verso i 4.655 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 4.680 punti, mentre l’obiettivo a 4.600 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.550 punti con stop loss a 4.518 punti e obiettivo a 4.610 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.655 punti con stop loss a 4.680 punti e obiettivo a 4.550 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 5.400,0000 NLBNPIT14LC7 15/12/2021

TURBO SHORT 5.300,0000 NLBNPIT15LX0 15/12/2021