Le quotazioni dell’S&P 500 hanno rallentato la fase ascendente nei pressi dei 4.180 punti. L’area compresa tra gli attuali livelli e i 4.210 punti dovrà essere monitorata con attenzione, in quanto una rottura permetterebbe ai compratori di tornare in vantaggio anche nel medio periodo. In tal senso, il primo obiettivo del fronte rialzista dopo la violazione di tale resistenza sarebbe identificabile sui 4.290 punti. Viceversa, un’indicazione negativa si avrebbe con una flessione sotto i 4.100 punti prima e dei 4.060 punti in un secondo momento. Se ciò dovesse avvenire, la trendline disegnata con i minimi del 14 e 26 luglio 2022 verrebbe violata e il fronte ribassista avrebbe la possibilità di dirigersi dapprima sui 3.920 punti, per poi passare in caso di peggioramento del quadro tecnico ai 3.860 punti, dove passano la linea di tendenza ottenuta collegando i top del 29 marzo e del 3 giugno 2022 e il livello statico espresso dai top del 20 gennaio 2021. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie long sfruttando un eventuale ritorno sui 3.920 punti. Lo stop loss sarebbe posto a 3.840 punti, mentre il target a 4.050 punti. Per quanto riguarda l’operatività short, questa potrebbe essere valutata nel caso di discesa sotto la resistenza a 4.100 punti. Lo stop loss sarebbe posto a 4.210 punti, mentre l’obiettivo di profitto a 3.950 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 3.920 punti con stop loss a 3.840 punti e obiettivo a 4.050 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.392,0200 NL0015441056 OPEN END

TURBO LONG 3.259,9600 NL0015440090 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.100 punti con stop loss a 4.210 punti e obiettivo a 3.950 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 5.121,8200 NLBNPIT14GM6 OPEN END

TURBO SHORT 5.005,4700 NLBNPIT146A6 OPEN END