La delusione arrivata dai dati del mercato del lavoro USA di agosto ha dato il via ad una breve correzione dell’S&P 500 che è stata parzialmente riassorbita nel corso della seduta di venerdì. Sebbene la tendenza rimanga orientata al rialzo, il principale indice di Borsa statunitense potrebbe ora dare il via ad un movimento discendente più importante di quelli messi a segno nelle ultime ottave. Questa eventuale flessione avrebbe maggiori possibilità di accadere se si dovesse assistere ad una discesa al di sotto della soglia psicologica dei 4.500 punti. In questo caso infatti si assisterebbe alla rottura della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 16 e 29 aprile 2021. Se ciò dovesse accadere, vi sarebbero maggiori possibilità di assistere ad un ritorno delle quotazioni verso i 4.466 punti. Nell’eventualità in cui la pressione di vendita dovesse continuare, ecco che si aprirebbero le porte ad un test dei 4.430 punti. La discesa al di sotto di quest’ultimo livello fornirebbe un segnale negativo, in quanto verrebbero violati diversi supporti rilevanti. Da un punto di vista operativo, si potrebbero quindi valutare strategie long in caso di segnali di forza in area 4.430 punti. In questo caso lo stop loss sarebbe identificabile a 4.375 punti, mentre l’obiettivo a 4.500 punti. L’operatività short potrebbe essere valutata da 4.495 punti, con stop loss localizzato a 4.540 punti e target a 4.430 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.430 punti con stop loss a 4.375 punti e obiettivo a 4.500 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.495 punti con stop loss a 4.540 punti e target a 4.430 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021