Le quotazioni dell’S&P 500 sono arrivate ad un nuovo test dell’area supportiva compresa tra i 4.150 punti e i 4.129 punti, dove passano la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 9 novembre 2020 a quelli dell’8 gennaio 2021, quella disegnata con i minimi del 20 e 21 aprile 2021 e il livello orizzontale espresso dai top del 9 aprile 2021. Una discesa sotto questo supporto darebbe modo ai venditori di portarsi verso i 4.100 punti, soglia psicologica dove passano il 23,6% del ritracciamento di Fibonacci disegnato dall’impulso ascendente iniziato lo scorso 5 marzo e la trendline che unisce i minimi del 4 e 5 marzo 2021. Se questo sostegno dovesse essere violato si assisterebbe alla rottura della trendline che unisce i minimi del 4 e 25 marzo 2021, elemento che fornirebbe un nuovo segnale ribassista. Il movimento in atto comunque non ha ancora inficiato la struttura rialzista del paniere azionario USA. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long mirando a una reazione a ridosso del supporto 4.100 punti. In tal caso lo stop loss sarebbe identificato a 4.058 punti e obiettivo a 4.145 punti. Viceversa, strategie di matrice short possono essere valutate in caso di ritorno verso l’importante resistenza dei 4.174 punti. Lo stop loss sarebbe localizzato a 4.205 punti, mentre il target a 4.130 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.100 punti con stop loss a 4.058 punti e obiettivo a 4.145 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.200,0000 NLBNPIT10CX0 16/06/2021

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT10CY8 16/06/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.174 punti con stop loss a 4.205 punti e target 4.130 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.500,0000 NLBNPIT10XB2 16/06/2021

TURBO SHORT 4.400,0000 NLBNPIT10XA4 16/06/2021