I dati sul mercato del lavoro USA di ottobre hanno dimostrato una forte positività, favorendo il rialzo dei corsi dell’S&P 500 oltre la soglia psicologica dei 4.700 punti, obiettivo menzionato nell’ultima newsletter. Le quotazioni del principale indice di Borsa statunitense continuano ad evidenziare una grande forza del fronte rialzista, che da ottobre ha messo in piedi un rally da circa 400 punti. Per tornare in vantaggio nel breve periodo, i venditori dovrebbero riuscire a scendere al di sotto dei 4.645 punti. In questo caso infatti, si verificherebbe la violazione della trendline ottenuta collegando i top del 30 agosto e 7 settembre 2021. Se ciò dovesse accadere, si potrebbe assistere ad un approdo del listino nell’area compresa tra i 4.580 punti e i 4.550 punti, dove passano la trendline disegnata con i minimi del 13 maggio e 18 giugno 2021 e l’intorno di concentrazione di domanda lasciata in eredità dai massimi del 3 settembre 2021. Da un punto di vista operativo, si potrebbe attendere un ritracciamento verso il supporto a 4.550 punti per valutare una strategia long. Lo stop loss sarebbe identificabile a 4.518 punti, mentre il target a 4.605 punti. Per quanto invece riguarda l’operatività short, questa può essere valutata sulla discesa al di sotto della resistenza transitante a 4.640 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 4.675 punti, mentre l’obiettivo sarebbe collocabile 4.570 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.550 punti con stop loss a 4.518 punti e obiettivo a 4.605 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.640 punti con stop loss a 4.675 punti e obiettivo a 4.570 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021