Dopo un avvio di contrattazioni all’insegna del ribasso, le quotazioni dell’S&P 500 hanno rimbalzato sul supporto posto a ridosso dell’area psicologica dei 4.500 punti, riportandosi nei pressi del livello di concentrazione di domanda fornito dalla linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 16 e 29 aprile 2021. Sebbene il trend del principale indice di Borsa statunitense rimanga fortemente orientato al rialzo, nel breve periodo emergono alcuni segnali di incertezza. Se infatti dovesse essere convalidata la rottura della trendline menzionata prima, si potrebbero aprire scenari per una discesa verso l’area dei 4.480 punti. Se anche questa zona dovesse cedere, l’obiettivo del fronte ribassista sarebbe identificabile verso l’intorno 4.466 punti, dove passa la trendline ottenuta collegando i minimi del 21 giugno e 19 luglio 2021. In ogni caso una correzione fino ai 4.430 punti non invaliderebbe l’uptrend in atto e aprirebbe le porte a nuove occasioni di acquisto. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice rialzista in caso di approdo delle quotazioni in area 4.430 punti. In questo caso lo stop loss sarebbe identificabile a 4.375 punti, mentre l’obiettivo a 4.500 punti. Viceversa, l’operatività di matrice short potrebbe essere valutata da 4.495 punti, con stop loss localizzato a 4.540 punti e target a 4.430 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.430 punti con stop loss a 4.375 punti e obiettivo a 4.500 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.495 punti con stop loss a 4.540 punti e target a 4.430 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021