Nella seduta di ieri le quotazioni dell’S&P 500 hanno interrotto la fase correttiva iniziata il 7 settembre 2021. Al momento i corsi continuano a fare i conti con la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 16 e 29 aprile 2021. Se i compratori riuscissero a riportare il principale indice di Borsa statunitense oltre questo ostacolo dinamico, si potrebbe assistere ad un nuovo tentativo di aggiornamento dei massimi storici. Il listino sembra però ancora in una fase di eccesso di acquisti. Una correzione permetterebbe agli oscillatori di momentum di uscire dalle soglie di ipercomprato: in tal senso, un sostegno interessante sarebbe quello identificabile a 4.430 punti, dove passano la linea di tendenza che unisce i minimi del 21 giugno e del 19 luglio 2021 e il livello orizzontale lasciato in eredità dai massimi del 26 luglio 2021. In ogni caso una correzione fino ai 4.430 punti non invaliderebbe il trend rialzista sottostante e aprirebbe a nuove occasioni di acquisto a valori meno elevati di quelli attuali. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice rialzista in caso di approdo dei corsi verso i 4.430 punti. Lo stop loss sarebbe in tal caso identificabile a 4.375 punti, mentre l’obiettivo a 4.500 punti. Viceversa, l’operatività di matrice ribassista potrebbe essere valutata da 4.530 punti, con stop loss localizzato a 4.560 punti e obiettivo a 4.490 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.430 punti con stop loss a 4.375 punti e obiettivo a 4.500 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.530 punti con stop loss a 4.560 punti e target a 4.490 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021