Dopo aver nuovamente aggiornato i massimi storici, il principale indice di Borsa USA, l’S&P 500, ha iniziato ad indietreggiare. Le quotazioni rimangono inserite in un fortissimo trend rialzista ed eventuali correzioni continuano ad essere sfruttabili per nuove posizioni rialziste. In questo senso la zona dei 4.150 punti si è dimostrata in grado di frenare più volte le velleità dei venditori: qui infatti passano la linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 20 e 21 aprile 2021, quella disegnata con i massimi del 9 novembre 2020 e dell’8 gennaio 2021, quella che unisce i minimi del 4 e 25 marzo 2021 e il livello orizzontale lasciato in eredità dai massimi del 13 aprile 2021. Se le pressioni ribassiste dovessero estendersi al di sotto di questo livello, il successivo sostegno da monitorare è quello più volte menzionato nelle precedenti newsletter, a 4.100 punti, anche se la sua validità è diminuita nel corso del tempo in quanto i più importanti supporti si sono spostati circa 50 punti più in alto. Da un punto di vista operativo si potrebbero valutare strategie di matrice long dall’importante intorno supportivo a 4.150 punti. Lo stop loss potrebbe essere localizzato a 4.114 punti, mentre l’obiettivo a 4.200 punti. Viceversa, l’operatività di stampo ribassista potrebbe essere valutabile da 4.250 punti con stop loss identificato a 4.275 punti e target collocato a 4.210 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.150 punti con stop loss a 4.114 punti e obiettivo a 4.200 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.200,0000 NLBNPIT10CX0 16/06/2021

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT10CY8 16/06/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.250 punti con stop loss a 4.275 puntie obiettivo a 4.210 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.500,0000 NLBNPIT10XB2 16/06/2021

TURBO SHORT 4.400,0000 NLBNPIT10XA4 16/06/2021