S&P 500: quotazioni oltre le resistenze di breve

Le quotazioni dell’S&P 500 continuano a fornire segnali positivi mantenendosi sia al di sopra della soglia psicologica dei 3.800 punti.

Image

Le quotazioni dell’S&P 500 continuano a fornire segnali positivi mantenendosi sia al di sopra della soglia psicologica dei 3.800 punti, corrispondente al 38,2% del ritracciamento di Fibonacci disegnato su tutta la gamba di rialzo cominciata a marzo 2020, che oltre il livello orizzontale a 3.860 punti. Per il principale indice di Borsa statunitense, le attuali aree appaiono particolarmente importanti, in quanto corrispondenti al transito della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 29 marzo e 20 aprile 2022. Se tale livello fosse oltrepassato, ecco che si potrebbe osservare un’accelerazione dei corsi verso la soglia psicologica dei 4.000 punti. Se invece i venditori riuscissero a riportare il listino USA sotto i 3.860 punti, le quotazioni avrebbero la possibilità di tornare sul sostegno di breve periodo posto sui 3.740 punti. La flessione sotto tale livello di concentrazione di domanda aprirebbe le porte ad una prosecuzione delle vendite verso i minimi annuali a 3.640 punti. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long sfruttando un eventuale recupero dei 3.640 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 3.570 punti, mentre il target a 3.740 punti. Per quanto riguarda l’operatività di stampo short, questa può essere valutata nel caso di nuovo test della resistenza a 3.950 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 4.040 punti, mentre l’obiettivo sarebbe a 3.850 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 3.640 punti con stop loss a 3.570 punti e obiettivo a 3.740 punti.

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 3.950 punti con stop loss a 4.040 punti e obiettivo a 3.850 punti.

Leggi Anche

grafico-analisi-mercato-azionario

Investimenti Bnp Paribas

15 feb 2024