Le quotazioni dell’indice di Borsa S&P 500 continuano a registrare nuovi massimi assoluti, ma si notano anche diversi segnali di incertezza. Come evidenziato nelle precedenti newsletter, i corsi devono abbandonare con forza la parte alta del trading range compreso tra i 4.370 punti come base supportiva e area 4.425 punti come livello resistenziale, zona che si è sviluppata dal 26 luglio scorso. Anche se la struttura tecnica rimane fortemente orientata al rialzo nel medio-lungo termine, la recente perdita di momentum sui massimi e la conformazione grafica delle ultime barre giornaliere (pattern doji) inducono cautela. Nel caso dovesse verificarsi un fisiologico movimento correttivo, una violazione stabile dei 4.370 punti darebbe modo alle forze ribassiste di tornare al test dell’area di concentrazione di domanda compresa tra i 4.280 e i 4.266 punti, delimitata da due importanti sostegni orizzontali. Segnali di forza in area 4.380 punti invece potrebbero fornire un’interessante opportunità per implementare strategie rialziste in linea con la tendenza dominante. Per quanto riguarda l’operatività, si potrebbero quindi valutare strategie di tipo long da 4.380 punti con stop loss posizionabile a 4.350 punti e obiettivo identificabile a 4.440 punti. Al contrario, l’operatività di stampo short è valutabile da 4.370 punti. Lo stop loss sarebbe quindi collocabile a 4.390 punti, mentre l’obiettivo a 4.280 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.380 punti con stop loss a 4.350 punti e obiettivo a 4.440 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.370 punti con stop loss a 4.390 punti e target a 4.280 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021