Dopo il dato dell’inflazione di aprile risultato sopra le attese, le quotazioni dell’S&P 500 hanno iniziato ad andare sotto pressione. Importante evidenziare come i corsi siano riusciti a passare al di sotto dell’importante area supportiva posta a 4.150 punti, dove transitano la linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 20 e 21 aprile 2021, quella disegnata con i massimi del 9 novembre 2020 e dell’8 gennaio 2021, quella che unisce i minimi del 4 e 25 marzo 2021 e il livello orizzontale lasciato in eredità dai massimi del 13 aprile 2021. Il principale indice di Borsa USA ha quindi raggiunto velocemente il primo obiettivo segnalato nelle precedenti newsletter a 4.100 punti dando vita ad un primo rimbalzo. Se questa zona di concentrazione di domanda dovesse cedere si aprirebbero scenari per un allungo dei venditori verso i 4.020 punti, dove transita il livello dinamico che unisce i top del 16 febbraio e 16 marzo 2021. I compratori dovrebbero quindi superare l’area di concentrazione di offerta violata nelle ultime sedute per riprendere vigore, anche se continua a pesare la presenza del pattern Engulfing bearish in area di massimi storici. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 4.025 punti con stop loss a 4.012 punti e obiettivo a 4.040 punti. Al contrario l’operatività short è valutabile da 4.150 punti con stop loss a 4.210 punti e obiettivo a 4.100 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.100 punti con stop loss a 4.053 punti e obiettivo a 4.150 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.200,0000 NLBNPIT10CX0 16/06/2021

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT10CY8 16/06/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.150 punti con stop loss a 4.195 punti e obiettivo a 4.100 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.500,0000 NLBNPIT10XB2 16/06/2021

TURBO SHORT 4.400,0000 NLBNPIT10XA4 16/06/2021