Le quotazioni dell’S&P 500 sono arrivate al test dell’area di concentrazione di domanda a 4.430 punti, dove passano la linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 21 giugno e del 19 luglio 2021 e il livello orizzontale lasciato in eredità dai massimi del 26 luglio 2021. Come evidenziato nelle precedenti newsletter, questo livello di concentrazione di domanda potrebbe dare il via ad una nuova fase ascendente per il principale indice di Borsa statunitense, che rimane ancora inserito all’interno di una solida tendenza rialzista di lungo termine. Se ciò dovesse accadere, ci sarebbe la possibilità di assistere ad un ritorno dei compratori verso i 4.525 punti, dove passa la trendline disegnata con i minimi del 16 aprile e 29 aprile 2021. Al contrario la prosecuzione della debolezza delle ultime giornate costituirebbe un segnale negativo, in quanto incrementerebbero le possibilità di assistere ad un ritorno della pressione ribassista anche nel medio periodo, con primo obiettivo localizzato a 4.400 punti. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long in caso di approdo dei corsi verso i 4.430 punti. Lo stop loss sarebbe in tal caso identificabile a 4.375 punti, mentre l’obiettivo a 4.500 punti. Viceversa, l’operatività di matrice short può essere valutata da 4.520 punti, con stop loss localizzato a 4.560 punti e target a 4.435 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.430 punti con stop loss a 4.375 punti e obiettivo a 4.500 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.520 punti con stop loss a 4.560 punti e target a 4.435 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021