L’arrivo ai 4.470 punti ha frenato l’avanzata dell’indice di Borsa S&P 500, confermando la validità della coriacea linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 16 a quelli del 29 aprile 2021. Al momento i corsi del principale listino azionario statunitense sembrano diretti verso l’inizio della zona supportiva compresa tra i 4.430 punti e i 4.390 punti. La violazione di tale area consentirebbe ai venditori di riportarsi verso la linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 21 giugno a quelli del 19 luglio 2021, ora transitante a 4.360 punti. La situazione attuale appare comunque favorevole ad una correzione, perlomeno nel breve periodo. Questa ipotesi è sostenuta anche dalla situazione evidenziata dall’oscillatore Relative Strength Index (RSI), che sul grafico giornaliero del listino americano segnala una divergenza di inversione ribassista. Gli acquirenti potrebbero invece mirare alla soglia psicologica dei 4.500 punti, nel caso in cui si dovesse verificare la salita oltre i 4.480 punti. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice rialzista da 4.400 punti, con stop loss localizzato a 4.365 punti e obiettivo identificabile a 4.480 punti. Al contrario, l’operatività di matrice ribassista sarebbe valutabile da 4.444 punti. In questo quadro, lo stop loss potrebbe essere individuabile a 4.470 punti, mentre il target a 4.400 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.400 punti con stop loss a 4.365 punti e obiettivo a 4.480 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.444 punti con stop loss a 4.470 punti e target a 4.400 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021