Torna la debolezza per le quotazioni dell’S&P 500 che continuano a mantenersi al di sopra del supporto a 4.430 punti, livello più volte menzionato nelle precedenti newsletter. Su tale area passano infatti diversi livelli grafici importanti, come la linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 21 giugno e del 19 luglio 2021 e il livello orizzontale lasciato in eredità dai top del 26 luglio 2021. La discesa al di sotto dei 4.460 punti potrebbe ora mettere in difficoltà la tenuta del rimbalzo del 15 settembre 2021. In questo senso, le quotazioni avrebbero dapprima la possibilità di tornare dapprima verso i 4.430 punti, per poi passare al test del successivo sostegno posto sulla soglia psicologica dei 4.400 punti. Se invece gli acquirenti dovessero riprendere forza tornando al di sopra dei 4.500 punti, il principale indice di Borsa statunitense avrebbe la possibilità di allungare il passo mirando ai 4.525 punti, dove transita la trendline disegnata con i minimi del 16 aprile e 29 aprile 2021. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long in caso di approdo dei corsi verso i 4.460 punti. Lo stop loss sarebbe in tal caso identificabile a 4.430 punti, mentre l’obiettivo a 4.500 punti. Viceversa, l’operatività di matrice short può essere valutata da 4.520 punti, con stop loss localizzato a 4.560 punti e target a 4.435 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.460 punti con stop loss a 4.430 punti e obiettivo a 4.500 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.520 punti con stop loss a 4.560 punti e target a 4.435 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021