Nella seduta dello scorso 15 luglio, le quotazioni dell’S&P 500 sono riuscite a confermare il modello Engulfing formato dalle candele del 12 e 13 luglio 2021. I corsi hanno quindi dato vita a due importanti segnali di incertezza: il primo rappresentato dal pattern candlestick menzionato prima, il secondo dal respingimento dei prezzi da parte della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 16 e 21 aprile 2021. Al momento, il principale indice di Borsa statunitense sembra essere diretto verso la trendline che unisce i minimi del 20 e 21 aprile 2021: se tale livello dovesse subire una violazione, l’S&P 500 avrebbe la strada aperta ad un ritorno sulla soglia psicologica dei 4.300 punti. Se anche questa zona dovesse essere violata, si potrebbe assistere ad una prosecuzione della flessione verso i 4.250 punti, intorno del 23,6% del ritracciamento di Fibonacci disegnato su tutta la gamba di rialzo iniziata il 5 marzo 2021 e la trendline che unisce i minimi del 24 maggio e 3 giugno 2021. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di stampo long in caso di correzione verso i 4.250 punti. Lo stop loss sarebbe individuabile a 4.205 punti mentre l’obiettivo a 4.340 punti. Al contrario, l’operatività di matrice ribassista può essere valutata dalla soglia psicologica dei 4.360 punti con stop loss posizionabile a 4.400 punti e target a 4.300 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.250 punti con stop loss a 4.205 punti e obiettivo a 4.340 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.360 punti con stop loss a 4.400 punti e target a 4.300 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021