Ieri le quotazioni dell’indice di Borsa S&P 500 hanno ceduto terreno, riportandosi a ridosso del supporto orizzontale a 4.380 punti. Al momento il quadro tecnico di breve termine sembra essere passato a favore dei venditori. Come avevamo evidenziato nelle precedenti newsletter, il principale indice di Borsa statunitense ha formato sul grafico giornaliero un pattern Engulfing ribassista e un Hanging Man, due pattern notoriamente dalle implicazioni ribassiste. La discesa al di sotto del livello di concentrazione di domanda appena menzionato sarebbe un ulteriore segnale di conferma della predominanza dei venditori, con i corsi che avrebbero quindi la possibilità di tornare in area 4.340 punti, dove transita la trendline ascendente che conta i principali minimi che si sono registrati da marzo 2021. Al contrario, verrebbe interpretata positivamente una ripresa di forza dai livelli attuali, fatto che permetterebbe alle quotazioni di raggiungere l’area di massimi storici a 4.470 punti abbandonata il 17 agosto. Da un punto di vista operativo, si potrebbero quindi valutare strategie di matrice long da 4.380 punti, con stop loss localizzato a 4.340 punti e obiettivo identificabile a 4.470 punti. Al contrario, l’operatività di matrice short rimane valutabile da 4.340 punti. Lo stop loss potrebbe essere individuabile a 4.380 punti, mentre il target a 4.240 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.380 punti con stop loss a 4.340 punti e obiettivo a 4.470 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.340 punti con stop loss a 4.380 punti e target a 4.240 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021