Continua la fase di debolezza per l’S&P 500, che ha effettuato la violazione della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 30 agosto e 7 settembre 2021. Come avevamo evidenziato in precedenti newsletter, questa indicazione potrebbe segnalare l’avvio di un movimento di ritracciamento. Al momento, la fase di correzione per il principale indice di Borsa statunitense avrebbe la possibilità di estendersi fino ai 4.625 punti, dove passa la trendline disegnata con i minimi del 13 maggio e 18 giugno 2021. Una contrazione al di sotto di tale sostegno porterebbe i venditori ad effettuare un’accelerazione dapprima verso la soglia psicologica dei 4.600 punti, per poi passare alla coriacea area di concentrazione di domanda a 4.550 punti. Un movimento correttivo sarebbe comunque salutare alla prosecuzione del movimento ascendente principale, con il principale indice di Borsa statunitense che avrebbe la possibilità di riassorbire parte degli ultimi eccessi al rialzo. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long dalla soglia psicologica dei 4.600 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 4.575 punti, mentre il target a 4.650 punti. Per quanto invece riguarda l’operatività di matrice short, questa può essere valutata in caso di ritorno verso i 4.675 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 4.730 punti, mentre l’obiettivo sarebbe collocabile 4.600 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.550 punti con stop loss a 4.518 punti e obiettivo a 4.605 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.675 punti con stop loss a 4.730 punti e obiettivo a 4.600 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 5.400,0000 NLBNPIT14LC7 15/12/2021

TURBO SHORT 5.300,0000 NLBNPIT15LX0 15/12/2021