Con la seduta dello scorso 23 luglio, le quotazioni dell’S&P 500 hanno aggiornato nuovamente i massimi storici raggiungendo l’obiettivo posto sulla soglia psicologica dei 4.400 punti, dove passa la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 16 e 29 aprile 2021. A questo punto, il principale indice di Borsa statunitense potrebbe iniziare a correggere, specie se si considera l’entità del rialzo iniziato il 20 luglio 2021 dai supporti forniti dalla trendline che unisce i minimi del 30 ottobre 2020 a quelli del 4 marzo 2021 e dal livello orizzontale espresso dai top del 10 maggio 2021. I corsi hanno infatti messo a segno una serie di quattro sessioni positive, incrementando le probabilità di avvio di uno storno. In ogni caso, la validità resistenziale dei 4.400 punti ha una rilevanza sia dal punto di vista grafico che da quello mentale. In tal senso, una correzione avrebbe la possibilità di riportare il listino al test del livello dinamico ascendente di lungo periodo menzionato prima, ora transitante a 4.320 punti. Da un punto di vista operativo quindi, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 4.320 punti con stop loss posizionabile a 4.280 punti e obiettivo a 4.400 punti. Al contrario, l’operatività di stampo short è valutabile da 4.400 punti con stop loss a 4.440 punti e target identificato a 4.350 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.320 punti con stop loss a 4.280 punti e obiettivo a 4.400 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.400 punti con stop loss a 4.440 punti e target a 4.350 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021