Dopo cinque sedute di contrattazioni all’insegna del rialzo, le quotazioni dell’indice di Borsa S&P 500 hanno interrotto la serie positiva, respinti ancora una volta dalla coriacea linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 16 e del 19 aprile scorsi. Se si dovesse assistere ad una discesa al di sotto del supporto di breve periodo identificato a 4.475 punti si avrebbe un’indicazione in merito al possibile avvio di un movimento correttivo, il quale potrebbe estendersi fino ai 4.425 punti, dove passa il livello orizzontale lasciato in eredità dai massimi del 26 luglio 2021. Come abbiamo evidenziato più volte nelle precedenti newsletter, la struttura tecnica del principale indice azionario statunitense rimane comunque decisamente orientata al rialzo e solamente un ritorno dei corsi al di sotto dei 4.355 punti metterebbe i venditori in una condizione di vantaggio, con target del movimento identificabile in prossimità dei 4.250 punti. Per quanto riguarda l’operatività, si potrebbero valutare strategie di matrice rialzista da 4.425 punti. Lo stop loss sarebbe quindi identificabile a 4.400 punti, mentre l’obiettivo di profitto a 4.450 punti. Al contrario, l’operatività di stampo ribassista potrebbe essere valutata da 4.475 punti. Lo stop loss in questo caso sarebbe quindi localizzato a 4.500 punti, mentre l’obiettivo di profitto potrebbe essere posizionato a 4.425 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.425 punti con stop loss a 4.400 punti e obiettivo a 4.450 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.475 punti con stop loss a 4.500 punti e target a 4.425 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021