Le quotazioni dell’S&P 500 continuano a rimanere al di sotto della duplice resistenza fornita dalla soglia psicologica dei 4.400 punti e dalla linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 16 aprile a quelli del 7 maggio 2021. La struttura continua ad essere caratterizzata dall’incertezza nel breve periodo, con le quotazioni che hanno dato vita ad un modello di Engulfing ribassista con le sedute del 26 e 27 luglio 2021. In questo quadro, una chiusura giornaliera al di sotto dei 4.372 punti attiverebbe il modello dando ai venditori l’occasione di tentare un approdo verso il successivo livello di concentrazione di domanda a 4.320 punti, dove passano la linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 30 ottobre 2020 a quelli del 4 marzo 2021 e il livello statico lasciato in eredità dai top dell’1 luglio 2021. Come evidenziato nella newsletter di ieri, l’impostazione grafica del principale indice di Borsa statunitense rimane orientata al rialzo sia nel medio che nel lungo periodo, e lo rimarrà almeno fino a quando i corsi non effettueranno una discesa al di sotto dei 4.250 punti. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 4.350 punti con stop loss posizionabile a 4.310 punti e obiettivo localizzato a 4.400 punti. Al contrario, l’operatività di stampo short è valutabile da 4.384 punti. Lo stop loss sarebbe quindi posizionabile a 4.430 punti, mentre il target a 4.310 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.350 punti con stop loss a 4.310 punti e obiettivo a 4.400 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.384 punti con stop loss a 4.430 punti e target a 4.310 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021