Le quotazioni dell’S&P 500 hanno rallentato la salita, senza riuscire a superare né la soglia psicologica dei 4.800 punti e nemmeno la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 5 e 22 novembre 2021. Come evidenziato nella newsletter di ieri, dagli attuali livelli il principale indice di Borsa statunitense potrebbe iniziare una correzione, che avrebbe maggiori probabilità di prendere piede nel caso in cui i venditori riuscissero ad effettuare una prima discesa sotto i 4.760 punti. Se ciò dovesse accadere, il principale obiettivo della potenziale flessione sarebbe identificabile a ridosso dei 4.700 punti. Una contrazione al di sotto di questo intorno darebbe ai venditori l’opportunità di portarsi verso i 4.620 punti, dove passa la trendline disegnata con i minimi dell’1 e 4 ottobre 2021. Viceversa, un segnale positivo di breve periodo si avrebbe con una violazione dei 4.815 punti. In tal caso il successivo obiettivo si identificherebbe nella zona dei 4.850 punti, anche se ribadiamo come sia difficile attendersi un immediato allungo dopo il forte rialzo delle scorse sedute di contrattazioni. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long dai 4.620 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 4.560 punti, mentre il target a 4.710 punti. L’operatività short, può essere valutata dai 4.765 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 4.815 punti, l’obiettivo a 4.700 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.620 punti con stop loss a 4.560 punti e obiettivo a 4.710 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 4.057,47 NLBNPIT12786 OPEN END

TURBO LONG 3.935,79 NLBNPIT12026 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.765 punti con stop loss a 4.815 punti e obiettivo a 4.700 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 5.312,57 NLBNPIT14GM6 OPEN END

TURBO SHORT 5.192,72 NLBNPIT146A6 OPEN END