Continua la forte tendenza rialzista per l’S&P 500. Il principale indice di Borsa statunitense sta ancora beneficiando dell’atteggiamento accomodante emerso dalle parole del governatore della Federal Reserve, Jerome Powell, al simposio annuale di Jackson Hole organizzato dalla Fed di Kansas City. Graficamente, è possibile notare come le quotazioni abbiano fornito un importante segnale di rialzo effettuando la rottura della linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 16 e 29 aprile 2021. A questo punto, le quotazioni potrebbero essere dirette verso i 4.550 punti prima, per poi passare alla successiva soglia psicologica dei 4.600 punti. Il trend rimane saldamente improntato al rialzo, e solamente una discesa al di sotto dei 4.490 punti darebbe la possibilità di assistere ad una rapida correzione verso i 4.466 punti. Se anche questa zona dovesse cedere, si aprirebbero scenari per una discesa verso i 4.430 punti. In ogni caso, la tenuta dei 4.500 punti potrebbe fornire una nuova indicazione rialzista. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice long in caso di approdo dei corsi verso i 4.500 punti. Lo stop loss sarebbe in tal caso identificabile a 4.470 punti, mentre l’obiettivo a 4.550 punti. Viceversa, l’operatività di matrice short può essere valutata da 4.490 punti, con stop loss localizzato a 4.540 punti e target a 4.430 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.500 punti con stop loss a 4.470 punti e obiettivo a 4.550 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.490 punti con stop loss a 4.540 punti e target a 4.430 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021